Collections - Search
Strade di Musica

Strade di Musica

Beppe ha lasciato il suo lavoro redditizio per intraprendere l'attività  di musicista di strada; La musica è "l'unica strada possibile" afferma Kiko, che gira in camper tutto il mondo per donare ad esso la sua arte;  Micol, diplomata al conservatorio con il massimo dei voti, si è ingegnata per poter suonare in piazza la sua arpa elettrica; Roberto, non vedente dalla nascita, per tanti anni ha suonato nelle periferie di Roma, adesso si procura serate in ristoranti e balere; Orlando, dopo anni di studio, ha deciso di trascorrere le sue giornate tra la gestione di uno studio di registrazione e Ponte Sisto, dove suona le sue melodie. Leon preferisce i luoghi chiusi, come i tunnel della metropolitana, per questioni di amplificazione; Andrea porta in giro per Roma le sonorità  del suo Hang coadiuvando spesso lezioni di yoga; il collettivo Pizza Connection, sorto sulla strada, si prepara per l'esibizione in un noto locale della Capitale. Ad ognuno di loro la propria musica. Ad ognuno la propria strada. Diversi, ma al tempo stesso uguali, i personaggi di questo racconto si muovono lungo le vie di una città incantata ed eterna. Attraverso un sguardo a volte poetico e a volte disincantato, il film racconta la vita artistica e privata di (alcuni) musicisti che, per scelta, donano ogni giorno nelle strade e nelle piazze la loro arte. Anno: 2014 Regia: Michele Morsello Angileri, Giuliano Giacomelli. Produzione: Alberto De Venezia per Ipnotica Produzioni. Produttore Associato: Louis Siciliano. Direttore della Fotografia: Lucio Zannella. Montaggio: Andrea D'Emilio.Organizzatrice: Eléna Matera. Bio GIULIANO GIACOMELLI. Nato ad Isola del Liri (comune in provincia di Frosinone) nel 1989, lavora come regista, aiuto regista e sceneggiatore per il grande e per il piccolo schermo. Si avvicina al cinema da giovanissimo e inizia a studiarlo da autodidatta, mostrando sin da subito una particolare predilezione per il “cinema di genere. Nel 2013 si laurea presso il Dipartimento di Arti Musica e Spettacolo (Dams) di Roma Tre presentando una tesi sul Gotico Padano e il thriller rurale italiano. Dopo una serie di cortometraggi e progetti sperimentali (tra i quali si può ricordare il coinvolgimento nel progetto antologico P.o.e.  Project of Evil tratto dalle opere di E.A. Poe), nel 2011 affianca in qualità  di aiuto regia il regista friulano Lorenzo Bianchini nella realizzazione del pluripremiato Across the River – Oltre il Guado. Nel 2015, torna alla regia di un cortometraggio con Gemma di Maggio, un dramma bellico prodotto dalla Regione Lazio, con il patrocinio della Roma Lazio Film Commission, in cui recita tra gli altri l'attore Franco Nero. Nel 2016, inizia a lavorare alla sceneggiatura di quella che sarà  la sua opera prima: Profondo. Bio MICHELE MORSELLO ANGILERI. Consegue la laurea in Lettere e filosofia presso il Dams-Cinema di Bologna nel 2010. Il percorso professionale inizia durante gli anni universitari in cui ha il primo approccio con il cinema partecipando alle riprese di diversi corti e di un lungometraggio a Marsala, sua città  natale. Si trasferisce a Roma dove inizia una lunga gavetta. Tra i lavori più importanti, partecipa al film "Tutti i santi giorni" al fianco di Paolo Virzì dove svolge il ruolo di aiuto e assistente alla regia. Dopo anni di pratica sul campo comincia così a creare piccole opere su cui poter affiggere la propria firma. Da questa sua aspirazione nasce "Strade di musica" Film Life sui musicisti di strada.